Industria cannabica al femminile - USA 2020

Le aziende produttrici di cannabis possono evitare la trappola di creare una “cultura del fratello” tossica prendendo sul serio la diversità. Ciò include le donne.

Industria cannabica al femminile USA2020. L’industria della marijuana è pronta per un altro balzo di crescita con le elezioni, un aumento dell’uso da parte degli anziani e vendite salutari durante COVID-19. Poiché le aziende si affrettano a trarre vantaggio dalla tendenza, poche lo stanno facendo in modo da garantire la diversità nella leadership includendo più dirigenti donne.

L’avvocato David Feldman, partner di Hiller PC e leader nell’industria della marijuana ha condiviso la sua opinione. “Il primo gruppo di networking attivo è stato Women Grow, che accoglie anche gli uomini ai suoi eventi. All’inizio, è stato immediatamente evidente che la vita nella cannabis sarebbe stata piacevolmente diversa da molti altri settori (incluso Wall Street) con cui sono stato coinvolto, a causa del ruolo importante, dedicato e di primo piano delle donne nello spazio.

“È stato stimato che il 37% dei posti di lavoro di livello senior in queste aziende sono svolti da donne, contro il 21% generale per tutte le aziende statunitensi. Alcuni rapporti indicano una riduzione del numero di donne nelle posizioni di vertice negli ultimi anni. Alcuni ritengono che ciò sia in parte dovuto allo storico favoritismo degli investitori verso le imprese guidate da uomini e al fatto che sono entrati più uomini esterni al settore. È un peccato che così pochi CEO delle società più grandi nello spazio siano donne, speriamo tutti che l’equilibrio possa essere migliorato “.

 

Industria cannabica al femminile USA2020

Deborah Johnson, partner di Keneh Venture Capital e responsabile dello sviluppo aziendale, ha condiviso i suoi pensieri come leader esperto di società di costruzioni. “Abbiamo tutti sentito parlare delle storie dell’orrore che escono dal mondo delle startup, specialmente nella Silicon Valley, dove ci sono molte donne imprenditrici, ma in genere ottengono meno capitale di rischio o vengono trascurate quando si tratta di occupare un posto nel consiglio di amministrazione . Di conseguenza, abbiamo ottenuto questa cultura del fratello che è diventata tossica. ” 

“Le aziende produttrici di cannabis possono evitare questa trappola prendendo sul serio la diversità. Una voce e un background diversi dai tuoi possono solo portare a scelte più intelligenti e a una migliore connessione con i clienti “.

Mentre una delle più grandi società, Anthus Capital Holding , ha appena perso la prima fondatrice e membro del consiglio di amministrazione Elizbeth Stavola, altre stanno espandendo il loro team esecutivo per includere più energia femminile.

Mentre l’uso di cannabis tende leggermente verso il consumatore maschile, le donne offrono un’opportunità di crescita significativa, soprattutto mentre si sta muovendo verso la piena legalizzazione.

Amber Senter (CEO, Breeze Distro e Presidente del Consiglio, Supernova Women), Christine de la Rosa (CEO e co-fondatrice, The People’s Dispensary) e la dott.ssa Chanda Macias (CEO / proprietario, National Holistic) hanno preso l’iniziativa fondare e far crescere leader nello spazio con il Dr. Macias che ha avuto un impatto in Louisiana. Debra Borchardt, fondatrice di Green Market Report, una delle più rispettate giornaliste di business relative alla cannabis e ricercata oratrice per le sue intuizioni incisive.

Il giornalista di lunga data della cannabis Anthony Noto condivide: “Le aziende di cannabis possono evitare questa trappola prendendo sul serio la diversità. Una voce e un background diversi dai tuoi possono solo portare a scelte più intelligenti e a una migliore connessione con i clienti “.

“Il 3 novembre ci saranno una serie di iniziative di voto che gli elettori dovranno prendere in considerazione. Gli elettori in New Jersey, Arizona e Montana, dove esistono mercati di cannabis medica esistenti, valuteranno la legalizzazione dell’uso da parte degli adulti. Il Mississippi potrebbe potenzialmente diventare un nuovo mercato per la cannabis medica, e ci sono due iniziative elettorali in Sud Dakota che cercano di legalizzare sia l’uso medico che quello per adulti “.

Se le attuali iniziative elettorali passeranno, insieme a un biglietto Biden-Harris che promette la depenalizzazione, l’industria della cannabis apparirà completamente diversa nel 2021 e oltre. Quando ciò accade, le autorità di regolamentazione devono assicurarsi che tutti ricevano una giusta scossa. In vari stati in cui l’erba è legale – a scopo ricreativo, medico o entrambi – le licenze venivano generalmente concesse agli uomini caucasici collegati. Gli Stati stanno lavorando su regole di equità per costruire ranghi femminili e di colore.

Johnson di Keneh Venture offre questo consiglio alle donne che vogliono entrare nel settore.

  • Tutte le abilità di mercato tradizionali si traducono nell’industria della cannabis. È solo questione di mettere in fila le tue capacità e la tua passione con l’azienda giusta o di crearne una tua.
  • Come donna puoi influenzare il mercato per quanto riguarda la demografia femminile. In quanto forza economica, i marchi dovrebbero tenere conto delle nostre preferenze in materia di messaggistica, piattaforme e prodotti.
  • Impegnati con gruppi di donne – ci sono un certo numero di gruppi nell’industria della cannabis – da Women Grow, WEiC, Toketivity, ecc. Dove puoi trovare altre risorse, mentori, affiliati e appassionati di cannabis.
  • Invita altre donne a: ricoprire una posizione, sostenere un’attività di proprietà di una donna, parlare ai forum, sedersi su una lavagna, fare un colloquio, ecc.

Dovremmo tutti ricordare che solo le piante di cannabis femminili producono THC, quindi è importante che aiutino a guidare la crescita del settore.

 

SOURCE AND ENGLISH VERSION: https://thefreshtoast.com/cannabusiness/female-cannabis-leaders-why-are-there-so-few/

Questo rapporto gratuito, contenente le ultime ricerche e analisi di MJBizDaily, è l’unico rapporto del suo genere che esamina la diversità nell’industria della cannabis e include numerosi grafici che esplorano e analizzano i ruoli delle donne e delle minoranze nel mercato della cannabis. -> download documento

Industria cannabica al femminile USA2020

Torna a Storia e Curiosità Qui:

Please follow and like us:
error
fb-share-icon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto