Sesso, Droga e Rock’n’roll

Il legame tra sesso e droga è stato scientificamente provato dal  Dr. Michael Eisenberg e dal Dr. Andrew Sun, ricercatori in urologia presso la Stanford University.

Durante il proibizionismo americano non si poteva fare ricerca sulla cannabis, ma negli ultimi anni quasi 30 stati ne hanno legalizzato il consumo aprendo le porte a nuove scoperte scientifiche.

In particolare, i consumatori di cannabis si dividono tra chi beneficia dei cannabinoidi per l’attività sessuale e chi, inducendo sonnolenza, è dissuaso dall’approccio con il partner.

Influiscono sicuramente le varietà predilette dall’assuntore, difatti il fitocomplesso dell’infiorescenza influisce sugli effetti percepiti da cui la distinzione tra la cannabis indica (down) o sativa (up).

I risultati sono stati pubblicati il 27 ottobre 2017 sul Journal of Sexual Medicine dopo aver osservato e intervistato 50’000 americani di età compresa tra i 25 e i 45 anni, su una base variegata per abitudini socio culturali iniziato nel 2002.

Il risultato è stato sorprendente e  #inequivocabile:

“l’uso frequente di marijuana è associato ad una maggiore frequenza dei rapporti sessuali”

E lo è in modo UNIVERSALE, non dipende dalla razza, dall’età, né dal livello di istruzione, dal reddito né dalla religione…se si è sposati o conviventi, con figli o senza…nessun dato socio culturale influisce sulla relazione tra sesso e marijuana.

Altri studi:

  • I ricercatori dell’Università di St. Louis (Missouri) hanno condotto una ricerca esclusivamente tra donne adulte e il 72% di loro ha affermato di utilizzare marijuana per migliorare le prestazioni sessuali.
  • Alcuni consumatori sono stati intervistati per un sondaggio condotto da Michael Castleman per Psychology Today e il 62% ha affermato che la marijuana migliora il sesso.

Comprovato che fumare marijuana non ha effetti collaterali sulla salute e migliora le prestazioni e le percezioni di piacere durante il sesso, cosa è importante sapere?

Ce lo spiega Jeff Dillon, fondatore di XBLAZE, studio cinematografico che si occupa di produzione di WEED PORN.

La sede, in Nuova Scozia, ha registrato il 340% di visitatori canadesi in più dalla legalizzazione della marijuana in Canada!

“I canadesi hanno completamente abbracciato la legalizzazione del loro paese consumando non solo più marijuana, ma anche più pornografia legata alla marijuana!”

afferma Dillon durante un’intervista “Questo ci mostra quanto sia davvero popolare l’erba, e ancora di più quando la legalizzi. Non riesco a immaginare i numeri quando la legalizzazione degli Stati Uniti segue l’esempio. È strabiliante. ”

Il maestro del porno consiglia, soprattutto ai consumatori sporadici se vogliono provare l’ebbrezza della combinazione magica per la libido.

  • se non vuoi l’effetto opposto “meglio meno e in piccole dosi”
  • nei giorni precedenti alla grande notte, fate piccoli esperimenti in coppia, prediligendo il giorno alla notte
  • sperimentate ceppi diversi per conoscerne gli effetti prediligendo le varietà sative che accendono l’appetito chimico e sessuale, l’umore e la sintonia con il partner.

“Ognuno risponde in modo diverso ai diversi cannabinoidi, per cui ciò che funziona per una persona potrebbe non funzionare per un’altra” 

  • attenzione ai commestibili! Sono complicati da gestire essendo a lento rilascio, spesso si esagera essendo buoni e allettanti.
  • Tenere a portata di mano un bicchiere d’acqua per l’effetto “bocca di cotone” e tanto lubrificante nel caso ci fossero altre vie aeree “di cotone”

(https://www.cashcolorcannabis.com/2018/10/22/xblaze-sparks-massive-interest-in-wake-of-legal-canadian-cannabis-sales/)

Se, invece, non siete in coppia il mio consiglio personale è di godere della compagnia della WEEDA, lei non vi tradirà mai! E non vi costringerà mai a smettere di fumare 😉

di Marta Lispi, 14/02/2020
Please follow and like us:
error
fb-share-icon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto