Tinctures

Cosa sono le tinture? Tinture erboristiche. La più famosa è la tintura madre di propoli, ma sono in realtà moltissimi i fitocomplessi estratti, i quali composti tra loro possono essere risolutivi per molteplici piccoli disagi quotidiani. La piantagine, ad esempio, è un naturale antistaminico, la malva è risolutiva per le infiammazioni del colon, mentre la passiflora aiuta a rilassarsi. La tintura è considerabile un’estrazione idroalcolica dei principi attivi della pianta prescelta. Le estrazioni sono anche la preparazione di un caffè o di una tisana, si distinguono per tecnica e per concentrazione a seconda del metodo estrattivo, infatti si può utilizzare un solvente, come acqua oLeggi altro →

Mentha

La menta è una pianta infestante che tende ad ibridarsi autonomamente, per cui esistono infinite varianti di menta, se ne contano oltre 600, tra le più famose abbiamo: piperita, ghiaccia, mentuccia e choccolate.

La Mentha Species appartenente alla famiglia delle Labiate ed è molto utilizzata per la produzione di alimenti di uso comune come gomme da masticare, caramelle, sciroppi.Leggi altro →

Belli, profumati, ma come si utilizzano i fiori secchi? Mini-guida all’infusione I fiori sono una risorsa inestimabile di fitocomplesso, terpeni e flavonoidi si uniscono in concerto nella massima realizzazione artistica della pianta: il fiore. Abbiamo parlato di fitocomplesso nell’articolo “Cosa sono i terpeni ?” I fiori freschi sono maggiormente ricchi di principi attivi ma sono tanto volatili quanto i profumi, pochi giorni e sono secchi. L’essiccazione è un procedimento delicato che prevede un luogo adeguato, ove siano regolate temperatura, umidità e luce. Una volta che il fiore è essiccato si può beneficiare del suo fitocomplesso tramite oleoliti, tinture, preparazioni alimentari e macerazioni, ma il modoLeggi altro →