Articolo,co2 fotosintesi clorofilliana

La CO2 è un trucchetto per aumentare il raccolto? Si, ma come e perché? Lo abbiamo studiato tutti a scuola ma forse qualcuno era poco attento, quindi rivediamo insieme il metabolismo di una pianta: la fotosintesi clorofilliana! Valuteremo anche cosa succede se una pianta “soffoca” e come incrementare la sua attività con un aggiunta di CO2. La fotosintesi clorofilliana La fotosintesi è l’attività vitale della pianta, un processo biochimico che le permette di trasformare energia luminosa in energia chimica. I vegetali sono autotrofi, ossia si autoproducono il nutrimento di cui hanno bisogno partendo da aria, acqua e luce del sole. Le foglie hanno degli organelli, dettiLeggi altro →

Mentha

La menta è una pianta infestante che tende ad ibridarsi autonomamente, per cui esistono infinite varianti di menta, se ne contano oltre 600, tra le più famose abbiamo: piperita, ghiaccia, mentuccia e choccolate.

La Mentha Species appartenente alla famiglia delle Labiate ed è molto utilizzata per la produzione di alimenti di uso comune come gomme da masticare, caramelle, sciroppi.Leggi altro →

Belli, profumati, ma come si utilizzano i fiori secchi? Mini-guida all’infusione I fiori sono una risorsa inestimabile di fitocomplesso, terpeni e flavonoidi si uniscono in concerto nella massima realizzazione artistica della pianta: il fiore. Abbiamo parlato di fitocomplesso nell’articolo “Cosa sono i terpeni ?” I fiori freschi sono maggiormente ricchi di principi attivi ma sono tanto volatili quanto i profumi, pochi giorni e sono secchi. L’essiccazione è un procedimento delicato che prevede un luogo adeguato, ove siano regolate temperatura, umidità e luce. Una volta che il fiore è essiccato si può beneficiare del suo fitocomplesso tramite oleoliti, tinture, preparazioni alimentari e macerazioni, ma il modoLeggi altro →

Materiale naturale per la bioedilizia: canapa! costruire con la canapa

  Costruire con la Canapa Materiale naturale per la bioedilizia: canapa! La bioedilizia, non è solo risparmio energetico, ma anche salubrità del costruito ottenuta attraverso l’utilizzo di materiali naturali. Costruire con fibre vegetali comporta molteplici vantaggi di carattere ambientale, ma anche etico, sociale ed economico. Fra tutti i materiali naturali, la canapa è uno tra quelli che offre i risultati migliori. Questo vegetale, infatti, è di semplice coltivazione, poiché ha una rapida crescita, un basso consumo di acqua e rarissimi attacchi parassitari. Inoltre una volta lavorato è ottimo per sostituire legno, vetro ed inerti per la composizione di vari materiali. In altre parole è refrattarioLeggi altro →